Lean Health Care Management in Italia: non più opportunità, ma esigenza. A Marzo evento a Bologna e Roma.

Un evento a Bologna e Roma per mostrare i primi risultati concreti del Lean nella sanità italiana.

Nei processi di miglioramento di una struttura sanitaria non si può più scindere l’innovazione tecnologica da quella di processo. In Italia il Lean thinking in sanità è stato scoperto da pochissimi anni, mentre altre realtà all’estero da decenni hanno portato i principi lean, inizialmente utilizzati esclusivamente nei processi delle aziende manifatturiere, anche all’interno delle proprie strutture sanitarie con risultati sbalorditivi.

Ma partiamo dal concetto: il leank thinking in sanità è quell’approccio di gestione dei processi per il quale è possibile aumentare il livello di qualità del servizio al paziente diminuendo complessità e sprechi dei processi. Fra gli obiettivi principali troviamo l’abbattimento dei tempi morti o dei doppi passaggi, una maggiore soddisfazione da parte dei dipendenti nel luogo di lavoro, la diminuzione dei “rischi” del paziente nelle varie fasi di gestione e soprattutto il creare una “user experience” che lo renda soddisfatto in ogni punto di contatto con i vari reparti della struttura. In questo senso la Lean in sanità si sposa bene anche con i principi di un CRM (Customer Relationship Management) di concetto più che di tecnologia, che nella sanità si può tradurre in un “PRM” o “Patient Relationship Management”, portando al centro delle azioni della struttura il paziente.

A cosa può portare in termini di vantaggi concreti questo approccio ? Già in Italia esistono casi tangibili sia nella sanità pubblica che nella sanità privata, di lean thinking applicato con risultati sorprendenti, come ad esempio:

– ore di attesa eliminate per i pazienti

– km settimanali non più percorsi dagli operatori

– ore settimanali recuperate

– riduzione media del Lead time sui processi

– introduzione di un bed management

– diminuzione durata degenza media

Basti considerare che per certe patologie,  ad esempio l’ictus, ogni minuto in più perso dal paziente in sala d’attesa o comunque in momenti “morti” all’interno della struttura può essere fatale per il recupero dalla sua patologia. Da questo punto di vista il Lean thinking può davvero salvare anche la vita delle persone e non solo portare a vantaggi in termini di riduzione di tempi e costi.

Per quanto riguarda l’approccio interno all’azienda, occorre fare una vera e propria rivoluzione “culturale”,  concentrandosi non solo sull’innovazione tecnologica, strumento certamente indispensabile per aumentare controlli sui dati, ridurre l’errore umano ed abbattere alcune tempistiche di elaborazione, ma anche e soprattutto sulle persone in un ottica di “change management” che coinvolge dirigenti, medici, infermieri e l’amministrazione. Questi i fattori interni. Per farlo ovviamente occorrono però anche partner che guidino la struttura sanitaria verso questo nuovo approccio: da tempo noi di Afea stiamo cercando di portare questo approccio nei nostri clienti, insistendo sul fatto che all’innovazione tecnologica – come l’adozione di un nuove gestionale per la sanità – debba accompagnarsi necessariamente una innovazione nei processi. I nostri professionisti ICT in questi giorni si stanno formando sull’argomento per portare nei nostri clienti la consapevolezza che il nostro gestionale H2O, sposato anche all’innovazione dei processi, può portare a maggiori risultati nel tempo di soddisfazione del paziente e del personale sanitario stesso.

Per questo motivo abbiamo scelto un partner esperto di lean thinking in sanità, Telos consulting, con il quale la mattina del 19 Marzo a Bologna e il 26 Marzo a Roma, organizzeremo dei workshop gratuiti aperti a tutti i nostri clienti e ai professionisti del settore sanitario per parlare del Lean thinking, portando testimonianze e risultati concreti su alcune strutture sanitare italiane, pubbliche  e private. A giorni il programma definitivo.

Sicuri di poter contribuire nel nostro piccolo con questi eventi alla conoscenza e all’espansione di una “cultura lean” anche nella sanità italiana, per prenotarvi o per qualsiasi informazione sugli eventi citati potete compilare il form tramite questo link o contattarci tramite email: marketing@afea.eu.