730

Secondo la Ragioneria di Stato il 47% delle aziende private accreditate in Italia non sono riuscite a rispettare i tempi per l’invio delle spese sanitarie ai fini del 730 precompilato (DM 31/07/2015), mentre tutti i clienti Afea, con H2O, sono riusciti ad inviarle entro i termini previsti per legge. Nella nota della Ragioneria viene confermata la possibilità, nei confronti delle aziende inadempienti, di incombere anche in pesanti sanzioni amministrative.

Un pericolo dunque scampato per le strutture sanitarie che si sono affidate ad Afea anche per questo servizio. Non c’è solo il software alla base di questo risultato, ma un’interpretazione innovativa dei contratti di manutenzione e assistenza software da parte di Afea che non si limita ad adeguare tempestivamente le sue soluzioni ai mutamenti normativi ma lavora tutti i giorni al fianco dei propri clienti supportandoli costantemente nelle complesse operazioni che questi adempimenti normativi richiedono.

Questo tipo di approccio ai progetti ha consentito ai clienti Afea di rispettare i termini stabiliti per l’invio delle spese sanitarie per il 730 precompilato e di evitare ulteriori perdite di tempo e soprattutto di incorrere nelle sanzioni da parte dell’Agenzia delle entrate.

 

Per avere maggiori informazioni scrivi a marketing@afea.eu.